mercoledì 5 novembre 2008

"Nulla è impossibile negli Usa "

Barack Obama e la sua elezione alla Presidenza della Casa Bianca segnano un cambiamento epocale nella storia del mondo.
In barba a quanti pensavano che l’America non fosse pronta ad un presidente democratico con la pelle nera, lui, il senatore di Chicago ce l’ha fatta, anzi “stra” fatta. 62.680.702 voti contro i 55.542.743 di McCain su scala nazionale e si porta a Casa, (quella Bianca) il 52% del consenso popolare.
E ora? Io che in questo risultato ci ho sperato, mi aspetto che quel cambiamento epocale di cui scrivevo qualche riga più su, sia davvero di tale proporzione.
Qualcuno oggi ha detto che tutti i cittadini del pianeta avrebbero diritto al voto quando si tratta di scegliere il presidente degli Stati Uniti d’America, perché ciò che accade oltreoceano riguarda l’orticello di tutti. E allora, in virtù di questo, speriamo che i temi guida di questa storica campagna elettorale, Iraq, Iran, Afghanistan, politiche ambientali, politiche sociali, ecc.ecc. abbiano come unico faro “la forza della speranza contro il cinismo, la forza dell'uomo comune davanti al potere, la forza potente del sogno e del cambiamento”.
Perciò, per quanto possa valere, da questo blog gli auguri di cuore per una presidenza davvero democratica.


1 commenti:

Flavio ha detto...

Hyvää Joulua ja Hyvää Uutta Vuotta!

Cosí si fanno gli auguri dalle mie parti

:-)